Occhio pigro

Ambliopia

L’ambliopia, più comunemente chiamata occhio pigro, è una riduzione della vista che interessa solitamente un solo occhio durante i primi anni di vita. L’occhio in questione solitamente presenta un difetto visivo misconosciuto e pertanto il cervello inconsciamente utilizza l’occhio sano isolando quello deficitario. Colpisce circa il 2% della popolazione e circa il 4-5% dei bambini. Una diagnosi precoce è importantissima in quanto, nella maggioranza dei casi, previene difetti visivi permanenti.

Leggi tutto

COME SI MANIFESTA
La patologia si manifesta quando il bambino non usa, in modo involontario un occhio, e le relative immagini vengono rimosse dalla corteccia cerebrale. Questo può avvenire per diversi motivi: quando non si vede a fuoco da un occhio o quando il cervello non riesce più a sovrapporre le immagini dell’occhio deviato con quelle dell’occhio sano, come nel caso di uno strabismo. Un’altra ragione potrebbe essere l’assenza delle immagini percepite causata da cataratta congenita o ptosi palpebrale. Alcuni difetti visivi come astigmatismo ed ipermetropia se non vengono adeguatamente e tempestivamente corretti possono essi stessi condurre all’ambliopia.

COME SI CURA
Poiché si tratta di un disturbo che compare in età pediatrica, i bambini potrebbero non rendersi conto del deficit o non riuscire a spiegarlo. Solo una visita ortottica ed oculistica lo può diagnosticare e programmare un percorso terapeutico specifico. La cura richiede la piena collaborazione dei piccoli pazienti e dei loro genitori.

Soluzioni
Collaborazione con i genitori

Percorso Terapeutico Specifico

La soluzione più indicata consiste nella programmazione di un percorso terapeutico specifico che richiede un alto livello di collaborazione con i genitori e che prevede il bendaggio dell’occhio sano per stimolare quello malato. 

LEGGI TUTTO
Gallery

autorizzo al trattamento dei miei dati personali*.

Altre patologie

Glaucoma

Malattia della "pressione alta" dell'occhio

Il glaucoma per definizione viene indicato come la malattia oculare della “pressione alta” dell’occhio (considerata mediamente nella norma fino a circa 20-21 mmHg). Tale rialzo pressorio induce una compressione delle fibre nervose del nervo ottico determinandone un danno irreversibile. È molto diffusa e rappresenta una delle più frequenti cause di cecità nel mondo occidentale. La […]

LEGGI TUTTO

Retinopatia Diabetica

Complicanza del diabete

Il diabete è una malattia molto diffusa nel mondo occidentale e la retinopatia diabetica ne rappresenta una grave complicanza essendo causa di ipovisione e cecità. L’iperglicemia, infatti, danneggia i vasi sanguigni di tutto l’organismo, compresi i capillari della retina. Può colpire qualsiasi paziente affetto da diabete, indipendentemente dal tipo e dal momento del decorso della malattia ma […]

LEGGI TUTTO

Miodesopsie

Mosche volanti

Le miodesopsie consistono nella non trasparenza dell’umor vitreo dell’occhio. Ciò determina la proiezione di ombre mobili sulla retina che possono variare per forma e dimensione. L’umor vitreo è un gel, composto prevalentemente da acqua, che si trova davanti alla retina e dietro il cristallino. Può perdere dell’acqua per disidratazione oppure a causa dell’età avanzata e ciò […]

LEGGI TUTTO