Deformazione della cornea

Cheratocono

Il cheratocono è una malattia progressiva, non infiammatoria della cornea, che determina un assottigliamento ed una deformazione irregolare (astigmatismo) della medesima. È una condizione relativamente rara, ma costituisce la causa più frequente di trapianto di cornea nei Paesi occidentali. Solitamente colpisce la popolazione giovanile attorno ai 15-25 anni di età peggiorando gradualmente fino ad una sua stabilizzazione attorno ai 40 anni. Esiste una notevole correlazione eredo-familiare.

Leggi tutto

COME SI MANIFESTA
Il sintomo iniziale è una riduzione del visus per una miopia incipiente a cui si associa un astigmatismo irregolare che non viene corretto in maniera ottimale dagli occhiali.

COME SI CURA
Il difetto refrattivo causato dal cheratocono può essere corretto con occhiali nelle fasi iniziali, anche se i pazienti con cheratocono vedono meglio con le lenti a contatto rigide dal momento che esse determinano artificialmente una superficie regolare al davanti della cornea alterata. Ci sono tuttavia alcune eccellenti nuove opzioni chirurgiche per i pazienti che non possono tollerare queste lenti quali l’impianto di anelli intrastromali, o al rinforzo della struttura corneale medesima mediante trattamento di “Cross-linking”, che evita la progressione della malattia. Nei casi più avanzati è indicato il trapianto di cornea.

Soluzioni
Nei casi più lievi

Correzione tempiale (Occhiali) e Lenti corneali specifiche

Nelle forme più lievi ed iniziali della malattia può essere sufficiente l’uso della correzione con occhiali che solitamente viene a correggere il difetto astigmatico presente.

LEGGI TUTTO
Dall'inglese "legami incrociati"

Cross-linking

Il Cross-linking, traduzione dall’inglese che sottende la formazione di legami incrociati, è una cura innovativa per il cheratocono e per le ectasie corneali. La procedura stimola la formazione di legami tra le fibre collagene della cornea per garantirne stabilità ed impedirne la deformazione. Per fare ciò si fa reagire una sostanza fotosensibile “Riboflavina” con la luce UV. 

LEGGI TUTTO
Per regolarizzare la struttura corneale

Anellini intrastromali

Qualora le procedure mediante correzione temprale o lenti a contatto non dessero soddisfacenti risultati è possibile utilizzare l’impianto corneale di “anellini” intrastromali.

LEGGI TUTTO
Gallery

autorizzo al trattamento dei miei dati personali*.

Altre patologie

Miodesopsie

Mosche volanti

Le miodesopsie consistono nella non trasparenza dell’umor vitreo dell’occhio. Ciò determina la proiezione di ombre mobili sulla retina che possono variare per forma e dimensione. L’umor vitreo è un gel, composto prevalentemente da acqua, che si trova davanti alla retina e dietro il cristallino. Può perdere dell’acqua per disidratazione oppure a causa dell’età avanzata e ciò […]

LEGGI TUTTO

Difetti visivi

Chirurgia refrattiva

È la chirurgia che viene utilizzata per correggere i difetti visivi che producono una non corretta focalizzazione delle immagini sulla retina. Tali difetti sono la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia. Qualora la correzione mediante occhiali o lenti a contatto non venisse tollerata è consigliabile intervenire chirurgicamente eliminando totalmente l’utilizzo di tali ausili.

LEGGI TUTTO

Occhio Secco – Cheratite

Occhio Secco

La cornea e la congiuntiva devono essere sempre correttamente lubrificate. La cheratite da occhio secco è un’infiammazione della cornea che, assieme alla congiuntiva, non risultano più sufficientemente idratate dalle ghiandole lacrimali. Queste producono il film lacrimale che rappresenta una barriera importantissima ed una difesa per l’occhio. Colpisce soprattutto le donne, dai 50 anni in su […]

LEGGI TUTTO