Trattamento laser delle misodesopsie

Vitreolisi con il Laser

La vitreolisi con il laser o trattamente laser delle miodesopsie è un trattamento molto valido ma non consigliabile per tutti.

Leggi tutto

Ogni caso pertanto richiede un’accurata valutazione dello specialista.

Patologie
Mosche volanti

Miodesopsie

Le miodesopsie consistono nella non trasparenza dell’umor vitreo dell’occhio. Ciò determina la proiezione di ombre mobili sulla retina che possono variare per forma e dimensione. L’umor vitreo è un gel, composto prevalentemente da acqua, che si trova davanti alla retina e dietro il cristallino. Può perdere dell’acqua per disidratazione oppure a causa dell’età avanzata e ciò […]

LEGGI TUTTO
Gallery

    autorizzo al trattamento dei miei dati personali*. Privacy Policy

    Please prove you are human by selecting the flag.

    Altre soluzioni

    Lenti Fachiche

    Per i difetti miopici elevati

    L’impianto di lenti Fachiche (ICL) è una procedura che viene solitamente riservata alla correzione dei difetti miopici elevati. Tale metodica prevede l’impianto di una micro-lente permanente, iniettata attraverso una micro-incisione, e posizionata all’interno dell’occhio, dietro l’iride e davanti al cristallino, ove esiste uno spazio ottimale per il posizionamento di tale ausilio. L’intervento è assolutamente indolore, […]

    LEGGI TUTTO

    Percorso Terapeutico Specifico

    Collaborazione con i genitori

    La soluzione più indicata consiste nella programmazione di un percorso terapeutico specifico che richiede un alto livello di collaborazione con i genitori e che prevede il bendaggio dell’occhio sano per stimolare quello malato. 

    LEGGI TUTTO

    Cross-linking

    Dall'inglese "legami incrociati"

    Il Cross-linking, traduzione dall’inglese che sottende la formazione di legami incrociati, è una cura innovativa per il cheratocono e per le ectasie corneali. La procedura stimola la formazione di legami tra le fibre collagene della cornea per garantirne stabilità ed impedirne la deformazione. Per fare ciò si fa reagire una sostanza fotosensibile “Riboflavina” con la luce UV. 

    LEGGI TUTTO